le notizie che fanno testo, dal 2010

Giorno della Terra: anche WWF contribuisce al Miliardo di azioni verdi

Il 22 aprile di ogni anno, a partire dal 1970 quando fu inaugurata per la prima volta la Earth Day, ben 192 nazioni ddell'ONU festeggiano il "Giorno della Terra", e Google lo celebra con un doodle personalizzato. E anche il WWF contribuisce al "Miliardo di azioni verdi".

Il 22 aprile di ogni anno, a partire dal 1970 quando fu inaugurata per la prima volta la Earth Day, ben 192 nazioni delle Nazioni Unite festeggiano il "Giorno della Terra", e naturalmente anche Google lo celebra con un doodle personalizzato, dove pinguini, panda, salmoni, orsi Grizzly, koala e leoni convivono felici tra le lettere che formano il logo del colosso di Mountain View. In realtà sarebbero due i giorni della Terra, "una che si tiene annualmente ogni primavera nell'emisfero nord del pianeta, e un'altra in autunno nell'emisfero sud, dedicate entrambe all'ambiente e alla salvaguardia del pianeta" come spiega Wikipedia. Quest'anno è il WWF a ricordarci, tra gli altri, come la 41esima edizione del Giorno della Terra sia dedicata al "Miliardo di azioni verdi", a cui l'organizzazione ha deciso di contribuire. Il WWF spiega come abbia già intrapreso "un percorso di coinvolgimento di cittadini, imprese, istituzioni" atto ad analizzare "la propria 'impronta', il proprio 'peso' sulla natura e cercare di avviare soluzioni concrete". Il programma in questione avviato dal WWF prende il nome di "Trasforming Cultures" e si pone come obiettivo quello "di contribuire all'affermazione di una nuova cultura della sostenibilità che porti ad un cambiamento dei comportamenti di attori strategici (cittadini, aziende, istituzioni), attraverso la creazione di una consapevolezza ambientale, sociale ed economica, incentrata sul concetto di sostenibilità e di benessere" (per maggiori informazioni - www.wwf.it). Il WWF ricorda infatti che come "dagli anni '60 le attività dell'uomo sono raddoppiate" e ciò ha contribuito a far crescere "la domanda di risorse necessarie per l'alimentazione, l'energia, i trasporti, i prodotti elettronici, gli spazi in cui vivere e in cui smaltire rifiuti, soprattutto l'anidride carbonica derivante dai combustibili fossili". "Diviene imprescindibile - conclude il WWF ricordando la celebrazione del Giorno della Terra - ripensare i nostri stili di vita per passare da una cultura dello spreco ad una cultura del consumo sostenibile, cominciando dai singoli gesti quotidiani adottando comportamenti responsabili, affinché il tuo sforzo per ridurre l'impatto sull'ambiente, unito a quello di molte altre persone, conduca ad una riduzione drastica della nostra impronta, soprattutto per quanto riguarda l'utilizzo dei combustibili fossili le cui emissioni sono tra i principali responsabili dei cambiamenti climatici in atto". L'obiettivo del Giorno della Terra di quest'anno, infatti è quello di registrare un Miliardo di azioni verdi (Billion Acts of Green) prima del Summit della Terra che si terrà dal 14 al 16 maggio 2012 a Rio de Janeiro in Brasile, e questo per cercare di sensibilizzare il più possibile i Governi che vi parteciperanno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: