le notizie che fanno testo, dal 2010

Gideon Sundback e la cerniera lampo. Ma il successo è tutto italiano

Gideon Sundback inventore della cerniera lampo moderna, anche se il suo successo nel mondo della moda è legato al nome di Elsa Schiaparelli, stilista italiana inventrice del rosa shocking.

Gideon Sundback ha avuto il merito di perfezionare una invezione del 1851 di Elias Howe, che brevettò l'antenata della cerniera lampo descritta come "chiusura automatica continua per abiti", ma che non pensò mai di commercializzare. Circa 40 anni dopo Whitcomb Judson depositò il brevetto di una "chiusura di sicurezza separabile" (clasp cocker), ma che non riuscì a sfondare nel mercato poiché la fila di ganci di cui era composta l'antesignana zip non era ancora troppo affidabile. L'idea però era buona, e molti altri inventori cercarono di perfezionare il progetto iniziale, tra cui Gideon Sundback che nel 1913 realizzò la chiusura lampo moderna. Ma se fu di Gideon Sundback l'idea di fissare la cerniera lampo su due nastri di stoffa affinché l'istallazione venisse semplificata, ci vollero molti anni prima che l'industria dell'abbigliamento si accorgesse della sua utilità e versatilità. Inizialmente "il fermo separabile" (come fu registrato nel 1917) di Gideon Sundback venne utilizzato solo per chiudere tasche e taschine delle uniformi militari, ma il suo successo nel mondo della moda esplose grazie all'immaginazione della stilista italiana Elsa Schiaparelli, anche lei inventrice, ma del rosa shocking. Elsa Schiaparelli ebbe il merito, infatti, non solo di essere stata la prima a non nascondere la cerniera lampo nel tessuto ma anche di introdurre la zip in abiti da sera. Sarà però l'azienda giapponese Yoshida Kogyo Kabushililaisha a diffondere sul mercato internazionale la cerniera lampo, fondata nel 1934 e ancora oggi il maggior produttore mondiale di zip, tanto che su molte di queste si trova impressa il marchio di fabbrica YKK.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# brevetto# industria# militari# moda