le notizie che fanno testo, dal 2010

Valente (PD): ora pari opportunità anche al CSM

"Finalmente, e per la prima volta, il ministero della Giustizia affronta il nodo delle pari opportunità tra le toghe, regolamentando la questione di genere già nella riforma del Consiglio superiore della Magistratura, in modo da adeguarlo ai mutamenti della società", così in una nota Valente, esponente PD .

"Finalmente, e per la prima volta, il ministero della Giustizia affronta il nodo delle pari opportunità tra le toghe, regolamentando la questione di genere già nella riforma del Consiglio superiore della Magistratura, in modo da adeguarlo ai mutamenti della società. Così, le donne che vincono i concorsi in percentuali che confermano la qualità dell'impegno e del loro lavoro, vedranno riconosciuta la propria professionalità anche negli organigrammi del comparto giustizia. Non è solamente una questione di numeri: significa valorizzare le competenze e le professionalità esistenti, e costruire luoghi di direzione più efficaci e produttivi, oltre che rigorosi e trasparenti" sottolinea in una nota l'esponente PD Valeria Valente commentando l'annuncio del Guardasigilli Andrea Orlando di aver sottoposto ufficialmente la questione al CSM, così come ha fatto anche l'Associazione donne Magistrato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: