le notizie che fanno testo, dal 2010

Stupro ventenne all'Aquila: arrestato militare, anche tentato omicidio

Arrestato per lo stupro della giovane studentessa di Tivoli, avvenuto fuori una discoteca dell'Aquila, un militare di 21 anni della provincia di Avellino. Oltre al reato di violenza sessuale, si ipotizza il tentato omicidio.

Il principale sospettato dello stupro ai danni della giovane studentessa di 20 anni di Tivoli (Roma), avvenuto nella notte tra l'11 e il 12 febbraio in una discoteca dell'aquilano, è stato arrestato. Fermato per violenza sessuale e tentato omicidio Francesco T., 21enne militare della provincia di Avellino. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, il militare avrebbe avuto un approccio con la ragazza all'interno della discoteca. Una volta usciti fuori, però, l'uomo avrebbe abusato violentemente della giovane studentessa, forse anche con un corpo estraneo che però non è stato recuperato. In merito a questo punto "parlano le ferite gravissime", probabilmente invalidanti, della giovane, che è ancora ricoverata nel reparto di Ginecologia dell'ospedale "San salvatore" dell'Aquila. Il reato di tentato omicidio sarebbe stato invece ipotizzato in quanto il militare, dopo aver abusato della ragazza ferendola gravemente, l'avrebbe lasciata a terra senza prestarle soccorso. Ad incastrare il militare sarebbero delle tracce di sangue, rinvenute dai Ris, pare appartenenti alla studentessa, rinvenute sia sulla camicia sia sul braccialetto che le discoteche fanno indossare dopo l'ingresso.
Sembra che il giovane militare, dopo aver violentato la giovane studentessa, sia rientrato nel locale dove lo aspettavano i suoi amici, ma gli altri due militari e una ragazza che erano con lui sono risultati del tutto estranei ai fatti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: