le notizie che fanno testo, dal 2010

Cagliari: la violenta e poi lascia un biglietto "chiamami quando vuoi"

Una trentenne in pieno centro a Cagliari è stata violentata brutalmente nella notte tra venerdì e sabato. L'autore della violenza, un pregiudicato di 38 anni si difende: "era consenziente". Ma pesano i precedenti: l'uomo era già stato arrestato per lo stesso reato e si trovava sottoposto a regime di sorveglianza.

Triste vicenda a Cagliari in una via centrale, via XX Settembre, avvenuta tra venerdì e sabato scorso a notte fonda, verso le quattro e mezza. Una donna di 30 anni stava rientrando a casa a piedi dopo una serata in discoteca, quando è stata fermata da un uomo che, secondo l'accusa, dopo aver cercato di fermarla con dei complimenti, l'ha costretta con la forza ad entrare in un vicolo. La donna sarebbe stata quindi presa a pugni e violentata. Dopo la brutale violenza l'uomo, un pregiudicato di 38 anni (era già stato arrestato per lo stesso reato due volte in passato e sottoposto a sorveglianza fino al 2015) è stato quindi arrestato dai carabinieri, dopo la denuncia della trentenne, con l'accusa di stupro. Per i militari trovare l'uomo è stato piuttosto semplice dato che, dopo la violenza, aveva lasciato alla donna un bigliettino con su scritto: "Chiamami quando vuoi". Il pregiudicato ora si trova nel carcere di Buoncammino e si difende dicendo che la donna "era consenziente".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Cagliari# carcere# discoteca# militari# violenza