le notizie che fanno testo, dal 2010

Isabelle Caro è morta: simbolo no anoressia per Oliviero Toscani

Isabelle Caro è morta. Isabelle Caro era la modella francese diventata simbolo della lotta all'anoressia grazie alla campagna "No-l-ita" firmata da Oliviero Toscani quando nel 2007 la raffigurò in gigantografie che rappresentavano un corpo ormai distrutto dalla malattia.

Isabelle Caro, modella francese diventata simbolo della lotta all'anoressia, è morta all'età di 28 anni a causa di una polmonite.
Il suo decesso risale in realtà al 17 novembre scorso ma solo oggi è trapelata la notizia attraverso "Paris Match", spiegando che Isabelle Caro è morta a Tokio dopo un ricovero di circa sue settimane in ospedale.
Isabelle Caro è diventata il simbolo della lotta all'anoressia grazie alla campagna "No-l-ita" firmata da Oliviero Toscani quando nel 2007 la raffigurò in gigantografie che rappresentavano un corpo ormai distrutto dall'anoressia, visto che allora pesava 31 chili per 1,64 mentri di altezza.
La campagnia aveva l'intento di richiamare l'attenzione su malattie come l'anoressia e la bulimia, che solo in Italia colpisce oltre 2 milioni di persone, soprattutto tra le giovanissime.
Isabelle Caro, nata nel 1982, soffriva di una grave anoressia nervosa da quando aveva l'età di 13 anni. La sua anoressia sembra essere stata causata da quello che lei stessa aveva chiamata "un'infanzia travagliata". Nel 2006, avendo raggiunto il peso di 25 chili, Isabelle Caro entrò per un periodo in coma, tanto che i medici ipotizzarono che non ne sarebbe più uscita.
Isabelle Caro è stata anche ospite del programma di Jessica Simpson dove la star americana e i suoi due amici girano il mondo per esplorare le diverse culture. Nella puntata dove Isabelle Caro ha raccontato la sua storia personale e la malattia, si cercava di evidenziare come la bellezza sia un fatto puramente soggettivo e che, appunto, non è l'essere magra a rendere bella una donna.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# anoressia# bulimia# infanzia# Italia# medici# polmonite# Simpson