le notizie che fanno testo, dal 2010

Trichet: livello disoccupazione inaccettabile. Anche Italia a rischio?

"Nell'Eurozona abbiamo un livello della disoccupazione inaccettabile" afferma il presidente della BCE, Jean-Claude Trichet durante la due giorni di Ecofin. Dopo il Portogallo si guarda con appressione alla Spagna, ma anche l'Italia ha un tasso di disoccupazione giovanile da record.

"Nell'Eurozona abbiamo ancora un livello della disoccupazione inaccettabile" afferma il presidente della BCE, Jean-Claude Trichet durante la due giorni di Ecofin, a Budapest, mentre nelle strade manifestavano migliaia di persone riunite dai sindacati di tutta Europa. Trichet specifica che anche se "la ripresa dell'attività economica nell'Eurozona" è continuata nel 2011, ci sono ancora diversi "rischi legati alla situazione in cui versano alcuni segmenti dei mercati finanziari e all'impatto sulla crescita sia delle crisi in Nordafrica sia del dramma giapponese". In piazza a Budapest c'erano tutti quei cittadini stretti dalla crisi sociale che si estende a macchia d'olio in diversi Stati dell'Europa. Salvato il Portogallo, ora sembra che si guardi con preoccupazione verso la Spagna. Anche l'Italia non può essere esclusa da questo tipo di apprensione, visto che nel 2010 la disoccupazione giovanile nel nostro Paese è cresciuta di 2,4 punti percentuali, record dal 2004 come sottolinea la stessa Istat, evidenziando che nel quarto trimestre dello stesso anno tocca addirittura un 29,8%, più o meno al livello della Tunisia, come afferma lo stesso Franco Frattini durante una intervista a La Stampa del 4 aprile scorso (http://is.gd/VMzmVH).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: