le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: disoccupazione risale a 11,7%. Millennials quelli più senza lavoro

L'Istat certifica che la disoccupazione torna a salire, pari all'11,7%, così come quella giovanile che si attesta al 36,9%. E mentre la maggioranza di governo esulta per uno 0,2% di occupati in più da via Cesare Balbo si precisa che quelli che non riescono a trovare lavoro sono soprattutto i Millennials.

Lo scorso mese la maggioranza di governo ha esultato per il fatto che a marzo 2016 il tasso di disoccupazione era sceso dello 0,3% rispetto al mese precedente, arrivando all'11,4%. L'Istat certifica però che ad aprile la disoccupazione torna a salire e raggiunge i livelli di febbraio 2016, pari all'11,7% (+50 mila unità) e in aumento di 0,1 punti percentuali su marzo. Inoltre, sale ancora la disoccupazione giovanile che si attesta al 36,9%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente.
Ma non i può dire che il governo Renzi non veda il bicchiere sempre mezzo pieno. Nonostante sia sempre più evidente che le politiche economiche varate finora non riescono a far ripartire il Paese, l'esecutivo esulta perché la stessa Istat precisa che ad aprile la stima degli occupati sale dello 0,2% (+51 mila unità). Eppure i dati dell'Istat dovrebbero far davvero riflettere le istituzioni. Da via Cesare Balbo infatti si precisa che a soffrire maggiormente della crisi sono sempre i cosiddetti Millennials, coloro cioè che non riusciranno ad andare in pensione prima dei 75 anni come ha già avvertito l'Inps. Con riferimento alla media degli ultimi tre mesi, infatti, la fascia d'età che va dai 25 ai 49 anni (quelli cioè che devono metter su famiglia) è l'unica che registra un calo dell'occupazione ed una aumento della disoccupazione. E nella fascia 25-34 anni aumenta anche il tasso di inattività. Ancora un volta, quindi, l'Istat conferma che l'Italia sta perdendo una intera generazione, l'unica che avrebbe le forze per ridare slancio al Paese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: