le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: disoccupazione in Italia sale al 13,6%, nel Mezzogiorno 21,7%

Disuccupazione alle stelle in Italia. L'Istat certifica infatti che nel primo trimestre del 2014 il tasso di disoccupazione è pari al 13,6%, in crescita di 0,8 punti percentuali su base annua. Per gli uomini l'indicatore passa dall'11,9% all'attuale 12,9% di disoccupazione; per le donne dal 13,9% al 14,5%. Nel Mezzogiorno, la disoccupazione raggiunge quota 21,7%.

Disuccupazione alle stelle in Italia. L'Istat certifica infatti che nel primo trimestre del 2014 prosegue il calo tendenziale del numero di occupati, pari a meno 211.000 unità, soprattutto nel Mezzogiorno (meno 170.000 unità). L'Istat rileva inoltre come non si arresti a il calo degli occupati a tempo pieno (pari a meno 255.000 unità rispetto al primo trimestre 2013), che in più di 6 casi su 10 riguarda i dipendenti a tempo indeterminato (pari a meno 169.000 unità). Aumentano invece gli occupati a tempo parziale, qanche se l'Istat sottolinea che la crescita riguarda esclusivamente il part time involontario. Scende anche il lavoro a termine (meno 66.000 unità), a cui si accompagna per il sesto trimestre la diminuzione dei collaboratori (pari a meno 21.000 unità). Ovviamente, aumenta il numero dei disoccupati, e riguarda sia coloro che hanno perso il lavoro sia le persone in cerca del primo impiego. L'incremento della disoccupazione interessa in quasi 6 casi su 10 i giovani con meno di 35 anni. Il 58,6% dei disoccupati cerca lavoro da un anno o più. Il tasso di disoccupazione trimestrale è quindi pari al 13,6%, in crescita di 0,8 punti percentuali su base annua. Per gli uomini l'indicatore passa dall'11,9% all'attuale 12,9% di disoccupazione; per le donne dal 13,9% al 14,5%. Nel Mezzogiorno, la disoccupazione raggiunge quota 21,7%.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: