le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: disoccupazione Italia sfiora 13%. Matteo Renzi: presto il JobsAct

I dati sulla disoccupazione in Italia diventano ogni mese sempre più drammatici. L'Istat rivela che a gennaio 2014 sfiora il 13%, con una disoccupazione giovanile che aumenta al 42,4%. Preoccupante rimane inoltre il tasso di inattività (NEET), che si attesta al 36,4%. E Matteo Renzi promette lo JobsAct.

I dati sulla disoccupazione in Italia diventano ogni mese sempre più drammatici. L'Istat oggi rivela che a gennaio 2014 infatti il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 293 mila, aumenta dell'1,9% rispetto al mese precedente (+60 mila) e dell'8,6% su base annua (+260 mila). Il tasso di disoccupazione in Italia sfiora quindi il 13% poiché sale al 12,9%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 1,1 punti nei dodici mesi. Cresce inoltre il tasso di disoccupazione giovanile, dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, che è pari al 42,4%, in aumento di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4 punti nel confronto tendenziale. Preoccupante rimane inoltre il tasso di inattività (NEET), che si attesta al 36,4%, anche se in calo di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali ma in aumento di 0,1 punti su base annua. In pieno Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi quindi cinguetta: "La disoccupazione è al 12,9%. Cifra allucinante, la più alta da 35 anni. - e promette - Ecco perché il primo provvedimento sarà il JobsAct".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: