le notizie che fanno testo, dal 2010

Disoccupazione giovanile, settembre da record: sale al 29,3 per cento

Quasi il 30% dei giovani, tra i 15 e i 24 anni, è disoccupato. E' questo forse il dato più allarmante registrato dall'Istat, che pubblica i dati provvisori di settembre 2011.

Quasi il 30% dei giovani, tra i 15 e i 24 anni, è disoccupato. E' questo forse il dato più allarmante registrato dall'Istat, che pubblica i dati provvisori di settembre 2011, dove viene anticipato che per la disoccupazione giovanile vi è "un aumento congiunturale di 1,3 punti percentuali". Aumenta anche il tasso di disoccupazione "generale", che "si attesta all'8,3%, in aumento di 0,3 punti percentuali sia rispetto ad agosto sia rispetto all'anno precedente", come si legge nel rapporto di queste "Statistiche-Flash", che presentano i risultati di indagini mensili o trimestrali. Il tasso di disoccupazione maschile si porta quindi al 7,4% mentre quello femminile, che aumenta come per gli uomini di 0,3 punti percentuali, si attesta al 9,7%. Gli occupati a settembre 2011, infatti, sono calati "dello 0,4% (-86mila unità)", tanto che "il tasso di occupazione si attesta al 56,9%, in diminuzione sia nel confronto congiunturale (-0,2 punti percentuali) sia in termini tendenziali (-0,1 punti percentuali)". "Il numero dei disoccupati - si legge ancora nel rapporto - aumenta del 3,8% rispetto ad agosto (76 #mila unità). Su base annua si registra una crescita del 3,5% (71 #mila unità)". Anche gli inattivi, i 15 e i 64 anni, crescono, anche se "solo" dello 0,1% rispetto al mese precedente, con un tasso di inattività pari al 37,9%.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: