le notizie che fanno testo, dal 2010

Disoccupazione:427mila giovani nel 2010 hanno perso lavoro. E speranza

Le Borse vanno a picco, alle porte ci aspetta una manovra da 80 miliardi di euro e in Italia i giovani perdono di anno in anno non solo il lavoro, ma pare anche la speranza. "Datagiovani" ci aggiorna sulla crisi.

Le Borse vanno a picco, alle porte ci aspetta una manovra da 80 miliardi di euro che andrà anche "ristrutturata", come afferma Giulio Tremonti, la BCE sembra dettare al governo la politica da seguire, le pensioni sono a rischio e "oltre 427mila giovani nel 2010 hanno perso un posto di lavoro che avevano nel 2009" come rivela il centro di ricerche "Datagiovani", studiando come si è evoluta la condizione lavorativa dei giovani al di sotto dei 35 anni dal 2009 al 2010 sulla base dei dati sulle forze lavoro dell'Istat. E mentre il Paese comincia a scavarsi la fossa, gli italiani rimangono a guardare passivi, accettando ignavi (e forse ignari) tutto quello che succede. Datagiovani spiega che "quasi il 20% dei disoccupati nel 2010 lavorava nel 2009, e circa il 60% è disoccupato da più di un anno". Il dato è drammatico perché la vera crisi italiana si vedrà negli anni prossimi a venire quando un'intera generazione si ritroverà non solo senza alcuna pensione ma senza quel Walfare a cui è stato abituato nelle "case-cuscinetto" dei propri genitori.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: