le notizie che fanno testo, dal 2010

CGIL, Fammoni: "occupazione in Italia versa in uno stato critico"

Il commento del sindacato di Corso d'Italia sugli ultimi dati Bankitalia sottolinea i problemi dell'occupazione che non vengono affrontati. La prospettiva nel Def del governo rimane critica visto che, sottolinea CGIL, centinaia di migliaia di posti continueranno a mancare.

In Italia secondo i dati di Bankitalia ci sono 650mila occupati in meno rispetto al 2008. Un dato estremamente preoccupante che rimane fuori dal dibattito politico ma non da quello sindacale. La CGIL con il segretario confederale Fammoni afferma che: "650mila occupati in meno rispetto al 2008 che sono la stessa cifra che avevamo indicato sulla base dei dati Istat di febbraio ma va sottolineato il sensibile peggioramento della qualità dell'occupazione mentre aumenta la disoccupazione di lunga durata e quella dei giovani". Le conseguenze gravissime di questa tendenza si ripercuoteranno nel prossimo futuro se non verranno affrontati alla radice i problemi anche perché, come riporta la stessa CGIL, "cresce il bacino degli inattivi e degli scoraggiati". Fulvio Fammoni conclude "Il governo nel Def fa una proiezione fino al 2013 in cui questo trend non cambia: il tasso di occupazione resterà sensibilmente più basso del 2008, cioè con centinaia di migliaia di posti che continueranno a mancare. E con un ulteriore peggioramento della qualità dell'occupazione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: