le notizie che fanno testo, dal 2010

Rifiuti di Napoli a Caivano: scontri. Sindaco: non sono stato avvisato

C'era anche il sindaco di Caivano, Antonio Falco, a protestare, insieme a circa un centinaio di manifestanti, e cercare di impedire l'ingresso di alcuni camion che dovevano sversare nell'area di proprietà della Energia Ambiente Caivano una parte dei rifiuti di Napoli.

C'era anche il sindaco di Caivano, Antonio Falco, a protestare, insieme a circa un centinaio di manifestanti, e cercare di impedire l'ingresso di alcuni camion che dovevano sversare nell'area di proprietà della Energia Ambiente Caivano una parte dei rifiuti di Napoli. Ad originare gli scontri, dove pare un carabiniere sia rimasto ferito ad un sopracciglio, l'arrivo dei primi 3 camion (anche se pare circa una decina erano fuori dalla zona industriale in attesa dello "sgombero") carichi di spazzatura proveniente da Napoli. Sembra che sia stato il sindaco della Provincia di Napoli Luigi Cesaro ad individuare i capannoni di proprietà della società come siti idonei per parcheggiare la spazzatura. Ma il sindaco di Caivano, presente insieme al consigliere provinciale PDL Simone Monopoli e al Presidente del consiglio comunale Mennillo, spiega però: "L'ordinanza di Cesaro ci è cascata addosso come una tegola in testa. Io stesso non sono stato avvisato". Sembra che la popolazione di Caivano (località Pescarola) abbia allestito infine un presidio permanente, anche se alla fine gli agenti sono riusciti a liberare l'ingresso dei capannoni e gli autocompattatori sono entrati nel sito ed hanno iniziato a sversare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Caivano# Monopoli# Napoli# PDL# rifiuti