le notizie che fanno testo, dal 2010

Esercito Italiano e sport disabili: dovere morale in spending review

Disabili e sport in tempo di "spending review": l'Esercito Italiano e il Comitato Italiano Paralimpico firmano un accordo per aprire le strutture sportive dell'Esercito . Accordo storico e di civiltà.

L'Esercito Italiano ha firmato un Protocollo d'Intesa con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) per agevolare ed incrementare l'attività sportiva delle persone disabili ed aprire agli atleti paralimpici le strutture sportive dell'Esercito: dai suoi centri ippici militari, alle piscine alle piste di atletica leggera.
Un accordo storico, che perfeziona altri già esistenti, e che apre orizzonti ancora impensabili, solo qualche anno fa, per i disabili che vogliono (e devono) fare attività fisica.
Il Generale di Corpo d'Armata e Sottocapo di Stato Maggiore dell'Esercito, Domenico Rossi afferma a proposito: "E' con piacere che è stata firmata questa Convenzione, perché ritengo che poter mettere al servizio dei cittadini disabili strutture come le nostre, in ambito di 'spending review', sia effettivamente una naturale e logica soluzione, un dovere morale. - e sottolinea - Daremo a tutti i nostri Comandanti indicazioni di dare massima disponibilità a situazioni di carattere generale o locale che possano favorire gli utenti disabili".
Il Presidente del CIP Luca Pancalli risponde: "L'atto che firmiamo oggi è importante non solo per le istituzioni che rappresentiamo, ma soprattutto per tutti quei ragazzi e ragazze disabili per i quali noi lavoriamo, e per i quali vorremmo sempre maggiori opportunità sul territorio, che spesso mancano per carenza di strutture".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: