le notizie che fanno testo, dal 2010

Dinosauri "calienti": non erano a sangue freddo. Questione di LAG

I dinosauri potrebbero non essere quei freddi rettili che la ricerca scientifica si è immaginata. Dalle nuove ricerche il "marcatore" osseo che si pensava fosse esclusività del "sangue freddo" (LAG) è stato trovato anche negli animali "a sangue caldo" un po' in tutte le parti del mondo.

I dinosauri potrebbero non essere stati dei meri "lucertoloni", in altre parole i simpatici mastodonti vissuti milioni di anni fa potrebbero non essere stati animali "a sangue freddo".
La convinzione che i dinosauri fossero animali a sangue freddo deriva dal fatto che i resti fossili presentano nelle ossa delle caratteristiche linee dette "LAG" ("lines of arrested growth", ovvero "linee di crescita arrestata") che sono presenti anche nei rettili che vivono e lottano in mezzo a noi.
Fino ad ora il fatto che questi particolari "anelli" (che assomigliano agli anelli di accrescimento dei tronchi degli alberi) fossero presenti anche nelle "lucertole moderne" aveva fatto catalogare il Tirannosauro e i suoi "parenti", vicini e lontani, come animali a sangue freddo. Ma ecco un colpo di scena, uno di quelli che fa ancora amare la scienza, quelli che sono capaci di rompere un dogna.
Un gruppo di ricercatori della UAB (Università Autonoma di Barcellona) e della ICP (Institut Català de Paleontologia) hanno mostrato le prove che i LAG sono presenti anche in animali a sangue caldo, trovandone le tracce in un gran numero di erbivori che vivono dal polo all'equatore. I LAG quindi non sarebbero la prova di un metabolismo "a sangue freddo" ma, come spiegano i ricercatori, la spia di una sorta di orologio biologico presente in tutti gli animali che regola le esigenze biologiche in base alla disponibilità di risorse.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: