le notizie che fanno testo, dal 2010

Mangia scarafaggi, vince pitone e poi muore: video

Un uomo di 32 anni mangia degli scarafaggi nel corso di una competizione, vince e poi muore. Il medico legale sta accertando le cause del decesso ma gli altri partecipanti e gli organizzatori della gara escludono che la colpa sia degli insetti.

Un uomo di 32 anni, del sud della Florida, è morto dopo una competizione su chi avrebbe mangiato più scarafaggi. Il destino ha beffato due volte Edward Archbold, visto che la gara mangia scarafaggi l'aveva anche vinta aggiudicandosi un pitone da 850 dollari messo in palio dall'organizzatore della sfida, la Ben Siegel Reptiles a Deerfield Beach. Dopo aver mangiato in pochi minuti diverse decine di scarafaggi, come si vede anche in un video postato su Youtube (solo per stomaci forti), Edward Archbold si è però sentito male, ha vomitato ed è collassato. Una volta portato in ospedale, i medici non hanno potuto fare altro che decretarne il decesso. Sarà compito del medico legale stabilire le cause della morte del "mangiatore di scarafaggi", anche se gli altri concorrenti, e i gestori del rettilario, escludono che la colpa sia da imputare agli insetti. Gli organizzatori della gara specificano che "c'erano circa il 20-30 partecipanti e che nessun'altro si è sentito male" precisando che "tutti erano consapevoli di quello che stavano facendo e di aver firmato un contratto dove ci si assumeva tutta la responsabilità di partecipare ad un concorso unico nel suo genere e non ortodosso". La Ben Siegel Reptiles sottolinea inoltre che "il consumo di insetti è ampiamente accettato in tutto il mondo e che gli insetti utilizzati erano cresciuti in un ambiente controllato". Il professore di entomologia presso l'Università della California a Riverside, Michael Adams, ha spiegato quindi all'Associated Press che gli scarafaggi non dovrebbero mettere a repentaglio la salute di chi li mangia a meno che gli insetti non siano "contaminati con alcuni batteri o altri agenti patogeni", chiarendo che gli scarafaggi non contengono tossine ma che delle persone potrebbero esserne allergiche. Allergia naturalmente difficile da scoprire visto che lo scarafaggio non appare di norma sulle tavole della maggioranza degli esseri umani. Lo staff del Ben Siegel Reptile Store ci tiene inoltre a sottolineare che il pitone vinto è ora di proprietà degli Archbold.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: