le notizie che fanno testo, dal 2010

Magri e sani con la dieta del rosso blu

La dieta del rosso blu non è un regime alimentare calcistico ma una nuova "dieta colorata" che fa perdere chili di troppo nel contempo proteggendo le arterie e tutto l'organismo dai tumori.

La dieta del rosso blu non è un regime alimentare calcistico ma una nuova "dieta colorata" che fa perdere chili di troppo nel contempo proteggendo le arterie e tutto l'organismo da svariati tumori. Gli ingredienti della dieta rosso-blu sono gli alimenti "rosso blu" appunto quali lamponi, mirtilli, melanzane, gelsi, mais blu delle Ande, fragole, arance rosse di sicilia, ciliege, uva nera. Tutti cibi che contengono grandi quantità di antocianine, i pigmenti che colorano proprio frutta, verdura e in genere tutti i vegetali compresi i fiori.
Sostenitori della dieta del rosso blu sono i ricercatori aderenti al progetto Athena che studia i benefici delle antocianine sull'uomo dopo aver osservato effetti davvero importanti sugli animali.
Sulle cavie da laboratorio infatti i risultati della dieta "rosso blu" hanno stupito i ricercatori. Si sono usati due gruppi di topolini rispettivamente sovra-alimentati (dieta ipercalorica) ad acqua e succo d'arancia "gialla", mentre un terzo gruppo è stato nutrito (a parità di calorie) di acqua e arancia rossa.
Il team del Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologiche dell'Università di Milano, uno dei sei team europei del Progetto Athena, ha spiegato che il gruppo di topolini che mangiavano l'arancia "rossa" (quindi contenente le antocianine) non è ingrassato e si è mantenuto asciutto e in piena forma, mentre gli altri topolini che non avevano consumato le antocianine sono diventati topi obesi. I topolini "rosso blu" avrebbero anche eliminato il temibile "grasso bianco" della pancia, nemico delle diete e della salute.
5.[tgcom_mediaset_it.txt]

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: