le notizie che fanno testo, dal 2010

Derby, Ranieri: le proteste della Lazio non le capisco

"Godo come un riccio". E' un Ranieri troppo soddisfatto della sua Roma per parlare delle polemiche post-derby. Il ct di Testaccio, dopo la vittoria per 2-0 contro la Lazio, non condivide le opinioni di chi afferma che alcune decisioni arbitrali avrebbero favorito i giallorossi.

"Godo come un riccio". E' un Ranieri troppo soddisfatto della sua Roma per parlare delle polemiche post-derby. L'allenatore di Testaccio, dopo la vittoria per 2 a 0 contro la Lazio, non condivide affatto le opinioni di chi afferma che alcune decisioni arbitrali avrebbero favorito i giallorossi. Per prima cosa mette in chiaro che "le proteste della Lazio non le capisco, nel primo tempo non c'è stato dato un gol valido". Poi il ct continua: "Non accetto una situazione del genere. Se dite che ci sono stati errori di qua e di là va bene, non solo quelli di una parte, sono cambiato ed a Roma faccio il romano. La Lazio ha perso per l'arbitro? Così state dando ancora più soddisfazione ai romanisti, adesso li state facendo godere come ricci".
Non si ferma qui e, come l'allenatore della Lazio dall'altra parte, diventa un fiume in piena: "Ve la state cantando e ve la state suonando. E quanto al resto, dico che visto l'andamento della gara sui calci piazzati c'erano tanti rigori anche a favore nostro, quindi credo che l'arbitro abbia usato lo stesso criterio di valutazione. Parlo delle trattenute. E poi l'arbitro è riuscito a vedere la punta in avanti per valutare il nostro fuorigioco sul gol annullato, mentre sullo pseudo-rigore della Lazio non è riuscito a vedere tutto il corpo di Dias che stava in fuorigioco".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# fiume# Lazio# Roma