le notizie che fanno testo, dal 2010

Borini pronto per la Lazio ma "nessun pronostico per il derby"

Il giovane attaccante giallorosso Fabio Borini si mostra scaramantico sulla partita più attesa dal pubblico romano, quella del 16 ottobre contro la Lazio. Ma è sicuro di sé: "Sono una delle prime opzioni di Luis Enrique della panchina. A me va bene giocare".

Fabio Borini è entrato perfettamente nel clima cittadino romano. Lo conferma il modo in cui l'attaccante della Roma commenta la prossima gara della squadra di Luis Enrique. "Non si fanno pronostici per il derby" ha detto categoricamente il giallorosso, in ritiro da ieri a La Borghesiana con la Nazionale Under 21 di Ciro Ferrara, per preparare il match con Liechtenstein e Turchia. La stracittadina con la Lazio Borini vorrebbe giocarla perché, anche se molto giovane (appena 20 anni) sa di essere competitivo nella rosa giallorossa: "Sono una delle prime opzioni di Luis Enrique della panchina. A me va bene giocare. C'è stato un confronto tra giocatori e Enrique? E' stato un confronto lavorativo come si fa nelle grandi aziende. Ci si confronta e si fanno le cose insieme". Alla richiesta di un confronto tra il tecnico spagnolo e un grande allenatore come Ancelotti, che lo ha allenato al Chelsea, e il suo attuale tecnico in nazionale under 21 Ciro Ferrara, Borini è sicuro: "Hanno due mentalità diverse. Ancelotti costruisce prima la fase difensiva. Enrique pensa che la prima difesa sia la fase offensiva. Ferrara è una via di mezzo". E proprio contro il Liechtenstein l'attaccante romagnolo dovrà seguire i dettami del tecnico napoletano: "Oggi abbiamo il primo allenamento - ha commentato Borini - Prepareremo la partita come se fosse con la Germania o la Turchia. Se pensiamo che sia facile faremo poca strada. Dobbiamo fare gol subito perché se non sblocchi la partita poi è dura".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# derby# Ferrara# Germania# Lazio# Nazionale# Roma# Turchia# Under 21