le notizie che fanno testo, dal 2010

Denti da staminali: basta con le viti, il futuro è la "gemma biotech"

Dentisti non più con strumenti "da carpentiere" ma con provette in cui i denti "crescono e si moltiplicano". Il futuro dei denti da "sotituire" è biotech, come conferma un'esperimento giapponese. I ricercatori nipponici pronti per l'arco di trionfo. Ovviamente dentale.

Chi ha un dentista illuminato (in senso di intelletto, non appartenente agli "illuminati") ne aveva già sentito parlare da diversi anni. La ricerca va avanti spedita, in un settore quanto mai "vorace", che ovviamente non si accontenta più di capsule, viti, ponti e varie altre opere di "ingegneria meccanica". La frontiera per la dentatura è ovviamente "biotech" ed è rappresentata dalla rigenerazione, come nella migliore tradizione fantascientifica. Da Tokyo il professor Takashi Tsuji dell'Università della Scienza di Tokyo non ha dubbi e spiega al mondo quanto la sperimentazione stia arrivando al sogno della "fabbrica dei denti" biotech. I ricercatori giapponesi guidati dal noto collega Masamitsu Oshima sono infatti riusciti a costruire in laboratorio una "gemma" di un dente grazie a delle cellule staminali e, facendolo crescere in una sorta di "stampo" (dato che ancora non si può ancora controllarne tridimensionalmente la crescita "in provetta"), una volta "pronto" lo hanno sperimentato su un topo. I ricercatori dell'University of Science di Tokyo hanno dimostrato che il topo mastica senza problemi con il "dente biotech" e risponde anche a stimoli dolorosi, come il caldo o il freddo (per cui per gli umani esistono dentifrici specifici). Ergo il dente sviluppato da cellule staminali si comporterebbe come un vero dente, ovvero un dente "sviluppato" dall'organismo. La ricerca giapponese è stata pubblicata sulla rivista Plos One ("Functional Tooth Regeneration Using a Bioengineered Tooth Unit as a Mature Organ Replacement Regenerative Therapy" http://is.gd/zyw2p0), ma per chi volesse un nutrito e prezioso abstract della ricerca (anche con meravigliose foto, a giudicare dall'entusiasmo accordato dal dentista "illuminato") è disponibile una interessante cartella stampa direttamente dalla Tokyo University of Science (http://is.gd/IhE7XY).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: