le notizie che fanno testo, dal 2010

Fides: nel 2012 uccisi 12 operatori pastorali, quasi tutti sacerdoti

Nel 2012 gli "operatori pastorali" deceduti per morte violenta nel mondo sono 12, da aggiungere alla "lunga lista dei tanti di cui forse non si avrà mai notizia". L'Agenzia Fides, come ogni anno, stila l'amaro bilancio di chi è morto per portare una testimonianza d'amore.

Come ogni anno l'Agenzia Fides pubblica l'elenco degli operatori pastorali che hanno perso la vita in modo violento negli ultimi 12 mesi. Questo il bilancio dell'Agenzia: "Dalle informazioni raccolte, nell'anno 2012 sono stati uccisi 12 operatori pastorali, quasi tutti sacerdoti, si tratta infatti di 10 sacerdoti, 1 religiosa, 1 laica. Per il quarto anno consecutivo, con il numero più elevato di operatori pastorali uccisi, figura al primo posto l'AMERICA, bagnata dal sangue di 6 sacerdoti. Segue l'AFRICA, dove sono stati uccisi 3 sacerdoti e una religiosa. Quindi l'ASIA, dove hanno trovato la morte un sacerdote ed una laica". Come si legge all'interno dell'interessante documento "Elenco degli operatori pastorali vescovi, sacerdoti, religiosi, religiose e laici, uccisi nell'anno 2012" (in formato Microsoft Word), che Fides mette a disposizione per conoscere come questi "operatori pastorali" hanno perso la vita, si legge: "Non viene usato di proposito il termine 'martiri', se non nel suo significato etimologico di 'testimoni', per non entrare in merito al giudizio che la Chiesa potrà eventualmente dare su alcuni di loro, e anche per la scarsità di notizie che si riescono a raccogliere sulla loro vita e sulle circostanze della morte". "Hanno vissuto la loro fede nell'umiltà della vita quotidiana - scrive ancora Fides -, in contesti di particolare povertà umana e spirituale, di degrado, di violenza, dove il rispetto della vita e la dignità della persona sono valori che non contano, cercando di portare in questi ambienti la loro testimonianza di amore, di quell'amore del Padre che Gesù Cristo è venuto a mostrare". Nel documento l' Organo di informazione delle Pontificie Opere Missionarie osserva: "Agli elenchi provvisori stilati annualmente dall'Agenzia Fides, deve sempre essere aggiunta la lunga lista dei tanti di cui forse non si avrà mai notizia, o addirittura di cui non si conoscerà il nome, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano con la vita la loro fede in Cristo, la 'nube dei militi ignoti della grande causa di Dio' secondo l'espressione del Beato Papa Giovanni Paolo II".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: