le notizie che fanno testo, dal 2010

Galbani chiude stabilimenti Caravaggio e Introbio. Lavoratori ricollocati

I sindacati Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil rendono noto che "il Gruppo Galbani Lactalis prevede la chiusura dello stabilimento di Caravaggio (Bergamo) che occupa 218 dipendenti e il reparto Gorgonzola di Introbio (Lecco) che occupa 8 dipendenti", con l'azienda che associra che i lavoratori saranno ricollocati. I sindacati annunciano agitazioni.

Anche se per Enrico Letta in Italia "la situazione sta cambiando verso la stabilità", la crisi continua a colpire aziende e lavoratori. Mentre si attende la sorte dei dipendenti Alitalia e la risoluzione della vertenza Electrolux, i sindacati Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil rendono noto infatti che in occasione dell'incontro presso l'Assolombarda del 3 febbraio 2014 "il Gruppo Galbani Lactalis, ha comunicato l'esigenza di un nuovo piano industriale che, partendo dalla necessità di ridurre i costi industriali, prevede la chiusura dello stabilimento di Caravaggio (Bergamo) che occupa 218 dipendenti e il reparto Gorgonzola di Introbio (Lecco) che occupa 8 dipendenti". I sindacati riportano il fatto che "l'azienda ha dichiarato di riallocare i volumi produttivi all'interno del gruppo Lactalis/Galbani Italia ricollocando i lavoratori negli stabilimenti che acquisiscono quelle produzioni (Casale Cremasco, Certosa e Corte Olona)" ma Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil esprimono comunque "un giudizio estremamente negativo" perché, spiegano, "tale decisione modifica sostanzialmente la strategia del gruppo francese decidendo di intervenire in modo drastico sulla struttura Lactalis\Galbani in Italia". Fai, Flai e Uila e il Coordinamento annunciano quindi di aver "deciso di dichiarare lo stato di agitazione con il blocco di tutti gli straordinari; l'avvio immediato di una campagna d'informazione generalizzata in tutti gli stabilimenti, la richiesta d'incontro urgente all'azienda e a tutti gli Enti Locali direttamente e indirettamente coinvolti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: