le notizie che fanno testo, dal 2010

Figlio coppia dell'acido andrà in adozione. Martina Levato ricorrerà a Strasburgo

Il figlio di 2 anni e mezzo di Martina Levato e Alexander Boettcher, la cosiddetta "coppia dell'acido", sarà dato in adozione. E' quanto ha stabilito la Cassazione respingendo i ricorsi dei nonni materni e paterni.

La Cassazione ha deciso che il figlio di Martina Levato e Alexander Boettcher, la cosiddetta "coppia dell'acido", può essere dato in adozione. I giudici hanno infatti respinto i ricorsi dei nonni materni e paterni mirati a ottenere un ribaltamento della sentenza disposta nell'ottobre 2016 dal Tribunale dei Minorenni di Milano e poi confermata dalla Corte d'Appello nel marzo scorso, con l'obiettivo di poter crescere loro il figlio nato dall'unione di Levato e Boettcher prima che fossero rinchiusi in carcere.

Oltre agli "efferati delitti" commessi dalla coppia dell'acido, a pesare sulla decisone della Cassazione proprio la "lunga detenzione" che aspetta la madre e il padre del piccolo, il che non permetterebbe ai genitori di seguire adeguatamente il figlio.
Il bambino, che ora ha circa 2 anni e mezzo, è stato affidato momentaneamente al Comune di Milano in attesa di una famiglia che si prenda cura di lui e lo cresca.
Il bambino è nato nell'agosto 2015 quando Levato era già in carcere.

Il verdetto è stato accolto da Martina Levato "con grande delusione", come riferisce il suo legale, l'avvocato Laura Cossar, che preannuncia un ricorso davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo. "Non ci arrendiamo e siamo pronti ad andare a Strasburgo" assicura l'avvocato.

© riproduzione riservata | online: | update: 19/01/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Figlio coppia dell'acido andrà in adozione. Martina Levato ricorrerà a Strasburgo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI