le notizie che fanno testo, dal 2010

Frode su olio extravergine d'oliva, Cariello (M5S): ora Ministero si svegli

"La magistratura è rimasta l'unica istituzione a tutelare l'olio extravergine italiano" denuncia Francesco Cariello del MoVimento 5 Stelle, commentando la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati, da parte della Procura di Torino, di una decina di rappresentanti legali di varie aziende che spacciavano olio di oliva per olio extravergine.

"La magistratura è rimasta l'unica istituzione a tutelare l'olio extravergine italiano" denuncia Francesco Cariello del MoVimento 5 Stelle, commentando la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati, da parte della Procura di Torino, di una decina di rappresentanti legali di varie aziende che spacciavano olio di oliva per olio extravergine. Il vicepresidente della Commissione contraffazione sottolinea infatti che "occorreva l'iniziativa della magistratura per svegliare dal torpore il ministero delle Politiche Agricole a cui da tempo sono state inviate le informative su queste tipologie di frodi da parte del nucleo di indagine dell'agenzia delle dogane".
"In particolare - conclude il pentastellato - il ministero è stato informato dell'esistenza di un cartello italo-spagnolo che da anni opera indisturbato nel settore". Poco tempo fa l'esponente del MoVImento 5 Stelle aveva denunciato inoltre che "il PD consente l'aggiunta di digliceridi (marcatori chimici) nell'olio extravergine d'oliva al momento dell'imbottigliamento per rilevarne la vetustà".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: