le notizie che fanno testo, dal 2010

Risoluzione impegna governo a battaglia in UE per indicazione obbligatoria in etichetta origine dei prodotti

"Perseguire in sede europea e nazionale la battaglia relativa all'indicazione obbligatoria in etichetta dell'origine dei prodotti agricoli, a maggiore tutela del consumatore e a difesa dell'eccellenza delle produzioni agroalimentari italiane", comunica in una nota Nicodemo Oliverio, parlamentare dem, commentando la risoluzione approvata dalla Commissione Agricoltura della Camera.

"Perseguire in sede europea e nazionale la battaglia relativa all'indicazione obbligatoria in etichetta dell'origine dei prodotti agricoli, a maggiore tutela del consumatore e a difesa dell'eccellenza delle produzioni agroalimentari italiane" invita Nicodemo Oliverio, deputato PD, commentando la risoluzione approvata dalla Commissione agricoltura della Camera.
L'esponente dem sottolinea infatti: "L'Italia deve riuscire a concordare con l'Europa, anche attraverso la presentazione di dati scientifici e di indagini sulle preferenze dei consumatori, una legislazione che fornisca evidenza alla qualità delle produzioni europee. - aggiungendo - Il consumatore deve godere di ogni garanzia a tutela della salute. E' quindi importante garantire che sull'etichetta figuri l'indicazione, ormai facoltativa, dello stabilimento di produzione e di confezionamento dei prodotti alimentari".
Oliverio osserva inoltre: "Particolarmente urgente risulta, poi, intraprendere qualsiasi azione volta a difendere la legittimità di fronte alla Commissione europea della legge nazionale che vieta la detenzione di latte in polvere negli stabilimenti nei quali si producono formaggi. La speranza è che l'Europa finalmente riesca a comprendere che la tutela della concorrenza non viene alterata dal prevedere indicazioni aggiuntive in etichetta se queste riescono a rendere più consapevole il consumatore nella scelta".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: