le notizie che fanno testo, dal 2010

Obbligo POS professionisti scatta 30 giugno 2014: ma senza sanzioni

Obbligo di dotarsi di POS (Point of sale) per tutte le imprese ed i professionisti, anche per chi è solo prestatore di servizi, da lunedì 30 maggio 2014. L'obbligo di accettare il bancomat si applicherà a tutti i pagamenti di importo maggiore a 30 euro. All'obbligo per imprese e professionisti di dotarsi di POS dal 30 giugno 2014, però, non corrisponde una sanzione per chi vìola la normativa, pensata soprattutto come "un diritto per i consumatori".

La conversione in legge del decreto Milleproroghe prevede l’entrata in vigore da domani lunedì 30 giugno 2014 dell’obbligo per imprese e professionisti di accettare pagamenti anche attraverso carte di debito. L’obbligo di accettare il bancomat si applicherà a tutti i pagamenti di importo maggiore a 30 euro. Imprese e professionisti, quindi, dovranno dotarsi del POS (Point of sale), ma come sottolinea la Cgia di Mestre i costi da sostenere non saranno indifferenti. E' stato stimato infatti che un’azienda con 100.000 euro di ricavo annuo, con il POS, tra canone mensile, canone annuale e la percentuale di commissione sull’incasso, dovrà sostenere una spesa media annua di 1.200 euro. Giuseppe Bortolussi inoltre fa notare: "Gli idraulici, gli elettricisti, i falegnami, gli antennisti i manutentori di caldaie, nonché i loro dipendenti e collaboratori, spesso si recano singolarmente presso la dimora o l’immobile del committente. - e domanda - Questo comporta che ciascun dipendente e collaboratore dovrà essere dotato di un Pos. Il legislatore ha idea di quali costi dovranno sostenere queste aziende?".

La Cgia infatti chiarisce: "La norma non fa distinzioni, e si rivolge a tutte le imprese che effettuano attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi. Una interpretazione letterale consente di affermare che sono obbligati a dotarsi di POS anche coloro che effettuano un’attività verso altri imprenditori o lavoratori autonomi. Inoltre, a rendere questa disposizione molto criticabile vi è il fatto che dovranno dotarsi di POS anche le imprese che pur lavorando con i privati ricevono normalmente pagamenti tramite bonifico".

All'obbligo per imprese e professionisti di dotarsi di POS dal 30 giugno 2014, però, non corrisponde una sanzione per chi vìola la normativa. Lo stesso sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti, rispondendo ad un’interrogazione parlamentare, chiarisce che non è prevista alcuna sanzione per quanti si rifiuteranno dotarsi di POS. Zanetti sottolinea infatti che la norma che impone l'obbligo del POS, pur non determinando un vincolo giuridico vero e proprio, riconosce invece quantomeno un diritto dei consumatori. Per le imprese ed i professionisti sprovvisti di POS dal 30 giugno 2014, quindi, è consigliato concordare prima con il cliente il metodo di pagamento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: