le notizie che fanno testo, dal 2010

Conflitto di interessi: primo ok alla Camera. Soddisfatto solo il PD

"Abbiamo approvato alla Camera una legge importante, attesa da molto tempo, per evitare i conflitti di interessi", così in un comunicato Andrea Giorgis, deputato PD. Montecitorio ha dato infatti il primo via libera al nuovo pacchetto di norme sul conflitto di interessi, che prevede anche l'introduzione del blind trust.

"Abbiamo approvato alla Camera una legge importante, attesa da molto tempo, per evitare i conflitti di interessi. Attraverso la previsione di un articolato sistema di incompatibilità, di obblighi dichiarativi, di forme di pubblicità e di doveri di astensione, accompagnati da un altrettanto articolato sistema sanzionatorio, il ddl consentirà (anche) al nostro ordinamento di contrastare il rischio che gli interessi economici privati del titolare di una carica di governo possano condizionare l'esercizio delle funzioni pubbliche ad esso attribuite e/o alterare le regole di mercato relative alla libera concorrenza" dichiara in una nota Andrea Giorgis, deputato del PD. Montecitorio nella giornata di ieri ha dato infatti il primo via libera al nuovo pacchetto di norme sul conflitto di interessi, che prevede anche l'introduzione del blind trust e una stretta per quanto riguarda l'ineleggibilità dei parlamentari. Il provvedimento è passato con 218 voti favorevoli, 94 no (Forza Italia, Sel, MoVimento 5 Stelle, Ala) e l'astensione della Lega Nord. In sostanza, solo il PD appare soddisfatto di questa legge sul conflitto di interessi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: