le notizie che fanno testo, dal 2010

Il colesterolo aumenta "in quei giorni" del ciclo

Secondo un nuovo studio anche il ciclo mestruale farebbe aumentare il livello di colesterolo del sangue in fasi specifiche. I prelievi durante questi periodi sarebbero pertanto leggermente sfalsati.

Una ricerca molto interessante che fa riflettere sulle "certezze" cliniche dei nostri tempi sono le consclusioni dell'University of North Carolina pubblicate sul "Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism". Lo studio guidato da Sunni L. Mumford spiega che il livello di colesterolo nel sangue delle donne muterebbe a seconda del periodo del ciclo mestruale in cui si trovano.
Già in passato c'erano stati studi in cui nelle donne in menopausa si era notato un aumento del colesterolo del sangue in connessione con l'uso di estrogeni, ma le ricerche sul colesterolo in se e per se erano di solito concentrate nei maschi per le ricadute cardiovascolari dovute anche al loro stile di vita spesso insano.
Il nuovo studio rivela che quando si fanno i prelievi subito dopo le mestruazioni o vicino all'ovulazione le donne (ovviamente in età fertile) presentano valori in medi più tra il 5 e l'8 per cento più alti rispetto alla norma.
La variazione non è altissima ma spesso, dicono i ricercatori, potrebbe portare a degli accertamenti inutili o a delle cure che non servono a niente visto che questo "picco" di colesterolo sarebbe assolutamente fisiologico.
Lo studio dell'University of North Carolina è stato effettuato in 259 donne tra i 18 e 44 anni in salute e che avevano un regolare ciclo mestruale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: