le notizie che fanno testo, dal 2010

Colesterolo: pane "nutraceutico" lo abbatte

Un nuovo "tipo" di pane promette di abbattere il colesterolo. Gli esperimenti sono stati fatti a Pisa all'Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria del Cnr sui topi. E la scarpetta nel sugo di salsiccia burro e lardo potrebbe diventare "salutare".

Gli alimenti stanno diventando progressivamente più "complessi" per diventare più "semplici" da mangiare. Basti vedere le pubblicità dove polli e pesci vengono ormai venduti in sacchetti di plastica speciale pronti per essere cotti direttamente all'interno nel forno. Qualcuno ha anche osservato come nella "new wave" dei supermercati la verdura, anche quella già non sminuzzata, viene accuratamente "imballata", senza che i clienti possano più "soppesarla". E' chiaro che, per accompagnare il cibo del futuro, anche il pane, già molto diverso da quello che poteva gustare solo pochi decenni fa, necessiti di un salto "tecnologico". Se il pane con un ridotto apporto di sale può essere di per sé un valido strumento per abbattere "malattie cardiovascolari come infarto e ictus", il futuro di questo antico alimento base sarà sicuramente la sua versione "nutraceutica". Come il lettore avrà già notato il termine "nutraceutico" è un neologismo coniato alla fine degli anni '80 per la produzione di alimenti che contengono "elementi benefici" (spesso "aggiunti" all'alimento grezzo) per la salute umana. Anche quando si compra di latte "addizionato" con vitamine, o altri cibi a cui sono stati aggiunti elementi tipo "omega 3", ecco che si è acquistato, in un certo senso, un alimento "nutraceutico". Dal CNR di Pisa in collaborazione con Guglielmo Buonamici dello studio Agriproject, arriva la notizia di un pane che sarebbe in grado di abbattere il colesterolo. Una notizia interessante per tutti gli italiani che, magari davanti ad un ricco piatto di salsiccia fritta nel burro con contorno di pancetta rosolata nel lardo, potrebbero pucciare il sughetto con la consolazione di "annullare" il colesterolo "presente" nel loro piatto con un bel tozzo di pane. Per ora il pane "nutraceutico" ha avuto grande successo sui topi dell'Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria del Cnr di Pisa, nell'esperimento coordinato da Vincenzo Longo. I topi dell'esperimento prima sono stati messi "all'ingrasso" con una dieta che ha fatto riempire di grassi il loro il fegato e riempito di colesterolo le loro arterie, poi le cavie sono state divise in due classici fatidici gruppi. Un gruppo è stato alimentato con una dieta ricca di pane "normale", l'altro con lo speciale pane "nutraceutico" anticolesterolo. Ebbene il secondo gruppo, quello del pane "bioattivo" ha visto ridurre il suo colesterolo del 25 per cento e un fegato che funzionava meglio. Non si sa che cosa contenga precisamente questo nuovo tipo di pane, né quanto potrebbe essere messo in commercio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: