le notizie che fanno testo, dal 2010

Cladis il pecorino anticolesterolo. Ma che sapore ha?

Sta per partire la sperimentazione sul pecorino "anti-colesterolo" chiamato Cladis, nato dalle ricerche della facoltà di Agraria dell'Università di Pisa. A parte gli eventuali benefici si parla già del suo sapore "uguale" al pecorino "normale", ma chi lo dice non sa niente di formaggio.

Grande entusiasmo per il pecorino "modificato" anti-colesterolo Cladis, nato dalle ricerche della facoltà di Agraria dell'Università di Pisa.
Le pecore per produrre il latte, che a sua volta è alla base del Cladis, verrebbero alimentate da mangimi ricchi di semi di lino estrusi, che conterrebbero dei precursori di Acido Linoleico Coniugato (CLA) che farebbero di conseguenza del latte di pecora molto ricco di CLA.
Il "CLA" va molto "di moda" ultimamente, è un acido grasso già presente naturalmente nel latte e formaggi e nella carne di manzo. Scoperto alla fine degli anni '70 dagli studi sulla carne di manzo per studiarne le proprietà anticancerogene il CLA è anche ritenuto un antiossidante, favorirebbe l'aumento della massa magra e, forza del pecorino Cladis, proteggerebbe anche l'organismo dalle patologie cardiovascolari.
Ora partirà la sperimentazione sugli effetti benefici del Cladis, ma si capisce già dall'atmosfera che i consumatori eventuali di questo pecorino sarebbero tantissimi perché l'ansia di avere un cibo "curativo" che metta a posto l'organismo senza mutare le proprie insane abitudini è il sogno del consumatore del terzo millennio. Chi fuma, beve alcolici, fa una vita sedentaria sicuramente nel frigo potrebbe avere scorte di Danacol, Actimel, Danaos, Activia, ecc. e non mancherà di avere anche una bella fetta di Cladis. Si dice che il sapore del pecorino Cladis sia "uguale al pecorino normale" ma chi scrive non si intende di formaggi e soprattutto di pecorino. Che cosa significa pecorino "normale" o "originale"? Il pecorino non è la formula della Coca Cola, ma un alchimia di saperi e tradizioni che vanno dal pascolo ai metodi caseari. Il sapore del pecorino cambia da pascolo a pascolo da pastore a pastore da metodo a metodo e una pecora allevata con mangimi e semi estrusi non potrà avere mai un latte (e quindi un formaggio) profumato dalle erbe selvatiche e dalla sua volontà di scegliere le erbe da masticare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: