le notizie che fanno testo, dal 2010

Taranto: sorpreso con mezzo chilo di cocaina in casa

"I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Taranto, durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati inerenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza, un 27enne incensurato tarantino, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina", scrive in un comunicato l'Arma.

Nella serata del 18 marzo "i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Taranto, durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati inerenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza, un 27enne incensurato tarantino, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina. - si rivela in una nota dall'Arma - Un squadra del Nucleo, avendo fondato motivo di ritenere che il giovane avesse messo in piedi un'attività di spaccio, da diversi giorni aveva predisposto dei servizi di osservazione e controllo nella borgata Talsano del capoluogo jonico ed in particolare nei pressi dell'abitazione del 27enne dove, presumibilmente, veniva esercitata l'attività illecita."
"Nel corso dei servizi, i militari, avendo constatato un sospetto andirivieni di persone, soprattutto di giovani, alquanto insolito, considerando che il 'traffico' di gente che entrava ed usciva dall'abitazione in questione era rilevabile a qualsiasi ora, hanno deciso di intervenire, ritenendo che quel continuo andirivieni potesse in realtà celare lo spaccio di droga. È stata quindi effettuata una perquisizione personale e domiciliare che non ha tardato a dare i suoi frutti, infatti, i militari, durante le operazioni, hanno rinvenuto, occultati all'interno della camera da letto complessivi 477 grammi di cocaina circa suddivisa in tre involucri in cellophane, tre bilancini di precisione, una macchina per il sottovuoto, del materiale per il confezionamento delle dosi e la somma in contante di 250 euro suddivisa in banconote di vario taglio e ritenuta provento dell'attività di spaccio" proseguono i Carabinieri.
"La droga sequestrata che una volta tagliata sul mercato poteva fruttare dai 70.000 ai 100.000 euro circa sarà analizzata nei prossimi giorni dal Laboratorio di Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri. Il 27enne, arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, terminate le formalità di rito è stato condotto presso la Casa Circondariale di Taranto, a disposizione del Sostituto Procuratore di turno" si comunica infine dalla Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: