le notizie che fanno testo, dal 2010

Manovra, non cancellate clausole salvaguardia: aumento IVA dal 2019

Il governo non ha cancellato le clausole di salvaguardia ma, come sempre, le ha posticipate di un anno. Dal 2019, quindi, c'è il rischio di un amento dell'IVA, con aliquote però rimodulate.

A differenza di quanto lasciato intendere, il governo Gentiloni non ha eliminato le clausole di salvaguardia che fanno pendere sulla testa degli italiani, come una spada di Damocle, gli aumenti dell'IVA.
Nel testo finale della legge di stabilità, infatti, l'aumento dell'IVA è stato congelato per il 2018 ma senza le dovute coperture scatterà nel 2019, quindi a doversene fare carico sarà il prossimo governo.
Unica differenza rispetto alle precedenti manovre, il fatto che l'aumento dell'IVA è stato rimodulato. Nel 2019, quindi, l'aliquota IVA al 10% salirà di 1,5 punti e poi di ulteriori 1,5 punti dal 2020. L'aliquota IVA del 22% aumenta di 2,2 punti dal 2019 e poi di altri 0,7 punti nel 2020. Infine, di un ulteriore 0,1 punti dal 2021. Previsto infine un aumento delle accise ripartono dal 2019.

© riproduzione riservata | online: | update: 30/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Manovra, non cancellate clausole salvaguardia: aumento IVA dal 2019
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI