le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia: stasera in tv "Italiani" è dedicato a Vittorio De Sica

"Una grande personalità del mondo dello spettacolo, un personaggio ancora oggi caro agli italiani: a Vittorio De Sica 'Italiani' - il programma di Rai Cultura con Paolo Mieli - dedica il documentario 'Una sensibilità prestata al cinema' di Pino Galeotti, in onda martedì 7 luglio alle 21.30, in onda su Rai Storia", si diffonde in un comunicato dalla tv pubblica.

"Una grande personalità del mondo dello spettacolo - ragguaglia in una nota la tv di Stato -, un personaggio ancora oggi caro agli italiani: a Vittorio De Sica 'Italiani' – il programma di Rai Cultura con Paolo Mieli - dedica il documentario 'Una sensibilità prestata al cinema' di Pino Galeotti, in onda martedì 7 luglio alle 21.30, in onda su Rai Storia, ch. 54 del Digitale terreste e ch.23 Tivù Sat. Il documentario ricostruisce un De Sica inedito e la sua complessa attività di attore, regista e autore cinematografico, a partire dall'esordio nei primi anni '30, con 'Gli uomini, che mascalzoni... ', fino all'ultimo film, 'Il viaggio', nel 1974."
"Attraverso rarissimi reperti cinematografici e televisivi il programma ripercorre oltre mezzo secolo di storia del cinema italiano e non solo, proponendo un De Sica raccontato da se stesso, dai suoi più stretti collaboratori, come Cesare Zavattini, e da personaggi come Mario Camerini, Luchino Visconti, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Sophia Loren e Gina Lollobrigida che parlano dei suoi film e delle sue interpretazioni" si prosegue.
"Rese inconfondibili della grande duttilità di De Sica di passare - si continua di seguito -, con sbalorditiva facilità, dal comico al tragico, dall'intrattenimento leggero, quasi di evasione, alla riflessione e al discorso serio e impegnato. Rivivono così i 'segreti' del set e la poesia di film indimenticabili quali 'Ladri di biciclette', 'Umberto D', 'La ciociara', 'Matrimonio all'italiana', 'Il giardino dei Finzi Contini', ma anche i trionfi di De Sica, a livello nazionale e internazionale, come i quattro, mitici, Oscar, la Palma d'oro a Cannes e l'Orso d'oro a Berlino."
"Al figlio Manuel - viene reso noto in conclusione -, affermato musicista, è affidato invece il compito di svelare il De Sica più intimo, più segreto, tra ansie e aspettative, gioie e dolori di un padre grande e famoso. Il critico cinematografico Carlo Tagliabue e il regista teatrale Giorgio Serafini Prosperi, infine, si soffermano sulla 'tecnica' di De Sica nel costruire i film e sul modo, altrettanto originale, di dirigere e guidare gli attori durante le riprese."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: