le notizie che fanno testo, dal 2010

La Boheme in 4k: stasera 22 ottobre in anteprima mondiale al cinema Quattro Fontane di Roma

"Un mix straordinario, tra interpreti e tecnologia, per rendere omaggio, in occasione della 60esima edizione del Festival Puccini, all'opera del grande maestro italiano più rappresentata al mondo, 'La Boheme'. Ettore Scola, che firma la regia, festeggia così i suoi cinquant'anni di carriera. L'anteprima mondiale della prima opera lirica in 4k, presentata nell'ambito del Festival Eurovisioni, avverrà giovedì 22 ottobre alle 20.00, alla presenza del regista, presso il cinema Quattro Fontane di Roma", riferiscono in una nota dalla Rai.

"Un mix straordinario, tra interpreti e tecnologia, per rendere omaggio, in occasione della 60ᵃ edizione del Festival Puccini, all'opera del grande maestro italiano più rappresentata al mondo, 'La Boheme'. Ettore Scola, che firma la regia, festeggia così i suoi cinquant'anni di carriera a fianco di grandissimi interpreti: la voce impareggiabile di Daniela Dessi nei panni di Mimi, mentre Fabio Armillato è Rodolfo, Alessandro Luongo interpreta Marcello, Alida Berti è Musetta" scrive in una nota la tv di Stato.
La Rai poi espone: "Le scene sono di Luciano Ricceri e i costumi di Cristina Da Rold. Sul podio Valerio Galli, apprezzato e raffinato interprete dei capolavori pucciniani che a Torre del Lago ha visto il suo debutto. L'anteprima mondiale della prima opera lirica in 4k, presentata nell'ambito del Festival Eurovisioni, avverrà giovedì 22 ottobre alle 20.00, alla presenza del regista, presso il cinema Quattro Fontane di Roma."
"Per la realizzazione di questa innovativa produzione - si osserva inoltre -, dedita sia alla distribuzione cinematografica che televisiva, la DBW Communication che ha prodotto il film con Rai Com, ha utilizzato sei telecamere 4K Sony F55, un OBVan 4k, lenti cinematografiche 4K certificate e un nuovo server della Sony capace di registrare contemporaneamente fino a quattro flussi 4k."
Viene riportato al termine: "La scelta di girare in formato HFR (High Frame Rate) a 50 fotogrammi al secondo conferma l'unicità di questa produzione. L'alto numero di fotogrammi (il doppio dei fotogrammi comunemente registrati nelle produzioni audiovisive) garantisce infatti una fluidità e una nitidezza delle immagini mai raggiunte prima nella realizzazione delle riprese di un'opera lirica."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# cinema# Ettore Scola# film# Lago# Rai# Roma# Sony# telecamere# voce