le notizie che fanno testo, dal 2010

Giro d'Italia 2013: cisti perineale ferma Ivan Basso, sostituito da Caruso

A due giorni dalla partenza di Napoli del Giro d'Italia 2013, arriva la notizia che Ivan Basso non parteciperà alla corsa a tappe di ciclismo su strada. A bloccare Ivan il Terribile, vincitore di due edizioni del Giro d'Italia, una cisti perineale.

Tutto è ormai pronto per la partenza di Napoli del Giro d'Italia 2013, tranne che Ivan Basso. Arriva la notizia, infatti, che Ivan Basso non correrà il Giro d'Italia 2013. A fermare Ivan il Terribile una cisti perineale, che impedisce il corridore di salire in sella per la corsa a tappe di ciclismo su strada più importante. Lo stop definitivo arriva dopo un ultimo controllo effettuato ieri in una clinica di Castellanza. Ivan Basso spiega che "l'infortunio è arrivato in maniera davvero inaspettata" dicendosi molto triste di dover rinunciare al Giro d'Italia 2013 perché convinto che avrebbe "potuto fare bene". "Ho il morale a pezzi" commenta a caldo Ivan il Terribile, che sarà sostituito al Giro d'Italia 2013 da Damiano Caruso, che proprio quest'anno ottiene il primo successo da professionista aggiudicandosi la quinta e ultima tappa della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali. Ivan Basso nella sua carriera ha vinto due edizioni del Giro d'Italia, quella del 2006 e del 2010, ed ammette che per lui questo è stato un "bruttissimo risveglio", spiegando l'origine di questa cisti perineale: "Era venuto fuori sabato al Romandia con un rossore, domenica mattina avevo la febbre, poi è salita altissima, ho provato martedì a fare 50 chilometri, ma non riesco a stare in bici o a stare seduto. Si risolve soltanto con un intervento chirurgico". Ivan Basso anticipa infatti che andrà a farsi visitare al San Raffaele di Milano, per capire se è possibile effettuare una incisione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: