le notizie che fanno testo, dal 2010

Ciclismo, Pellizotti assolto: chiederò danni all'Uci

Il Tribunale nazionale antidoping (Tna) del Coni ha assolto Franco Pellizotti, fermato prima dello scorso giro d'Italia a causa di valori anomali nel suo passaporto biologico. Pellizotti spiega che chiederà i danni all'Uci, l'Unione ciclistica internazionale.

Il Tribunale nazionale antidoping (Tna) del Coni ha assolto Franco Pellizotti, che era stato fermato prima dello scorso giro d'Italia a causa di valori anomali nel suo passaporto biologico. Allora la procura antidoping aveva chiesto due anni di squalifica ma il Tna ha ritenuto che non è "stata raggiunta una probabilità sufficientemente elevata di colpevolezza dell'incolpato", assolvendo quindi "il corridore dall'addebito ascrittogli". Franco Pellizotti si è sempre detto innocente, e la riprova stava nel fatto, come hanno sostenuto i suoi legali, che su 22 valori solo due erano irregolari, uno nel novembre 2008 e l'altro nel luglio 2009.
"E' stata una vittoria molto importante per me, prima di tutto come persona e come uomo per la credibilità che mi avevano tolto. Ora voglio tornare a correre il prima possibile", commenta felice la notizia il corridore spiegando di avere intenzione di chiedere i danni all'Uci, l'Unione ciclistica internazionale: "Mi hanno tolto una stagione importantissima su cui avevo puntato molto. E' stata messa in discussione la persona, l'uomo Pellizotti. Loro sono sempre pronti a dare battaglia legale e ora sono pronto anche io".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# antidoping# biologico# Italia