le notizie che fanno testo, dal 2010

Cervello: neuroni "off-line" e stanchi se si dorme troppo poco

Quando si è troppo stanchi, a causa di una mancanza di sonno, si rischia di commettere alcuni errori, a volte banali altre volte anche pericolosi. La colpa potrebbe risiedere nel fatto che pur avendo un cervello "sveglio" qualche neurone potrebbe non essere "vigile".

Quando si è troppo stanchi, quando si è dormito troppo poco, il livello di attenzione e i riflessi motori spesso calano vertiginosamente, fino a che si arriva al famoso "colpo di sonno" molto pericoloso soprattutto se si è alla guida o in situazioni lavorative che richiedono di essere ben vigili. Prima di arrivare ad addormentarsi "in piedi", però, vi è uno stato di distrazione e di rallentamento di pensiero e azione dovuto, secondo uno studio appena pubblicato su Nature, al fatto che alcuni neuroni si "addormentano", letteralmente. La novità di questa ricerca risiede proprio nel fatto di aver scoperto che mentre l'elettroencefalogramma dimostra che il nostro cervello è "sveglio", alcuni neuroni (non tutti) vanno "off-line", come se entrassero in sciopero. Il problema, quindi, risiede nel fatto che pur essendo svegli non si è completamente vigili, rischiando di compiere alcuni errori, spesso banali, ma che se fatti in ambito lavorativo potrebbero mettere in pericolo l'incolumità di chi li commette e di chi li circonda. Per ora, comunque, lo studio, condotto dall'università di Madison, Wisconsin, negli Stati Uniti, e guidato dall'italiano Giulio Tononi, si è concentrato solo sui neuroni della corteccia motoria dei poveri topolini da laboratorio privati del sonno, anche se i ricercatori ipotizzano che tale fenomeno possa riguardare anche altre aree celebrali. Insomma, che sia colpa di un neurone "pigro" o di qualcos'altro, quel che sembra chiaro è che la carenza di sonno, soprattutto se indotta, crea molti problemi, e rischi, per la salute.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: