le notizie che fanno testo, dal 2010

Belgio: centrale nucleare Tihange si spegne, ancora. Per Germania poco sicura

Abcirqa una volta si spegne improvvisamente per una "anomalia" un reattore della centrale nucleare di Tihange, in Belgio. E' la seconda volta in meno di un anno. Anche nella centrale nucleare di Doel c'è stato uno spegnimento simile ad inizio anno, ed infatti la Germania ha chiesto al Belgio di chiudere definitivamente due dei suoi reattori.

Cresce l'attenzione (e l'apprensione) in merito agli anomali spegnimenti alla centrale nucleare belga di Tihange. Ad agosto 2015 uno dei tre reattori dell'impianto nucleare di Tihange, che si trova a circa 100 km da Bruxelles, si era infatti spento improvvisamente e senza un apparente motivo.

Tihange è la seconda centrale nucleare più grande del Belgio e fornisce il 55% del fabbisogno di elettricità del Paese, insieme a quella di Doel. L'ex ministro dell'Economia Johan Vande Lanotte aveva però avvertito che "le centrali belghe stanno diventando le meno affidabili di tutte".

Ed infatti oggi il reattore numero 2 della centrale nucleare di Tihange si è arrestato improvvisamente. Il reattore si è spento automaticamente sulla base di una non meglio precisata "anomalia". Le autorità assicurano che non ci sarebbe stata alcuna fuga di radiazioni. Anche se le cause che hanno portato allo spegnimento del reattore sono ancora oggetto di indagine, Electrabel, il gestore dell'impianto nucleare, già ipotizza che il guasto potrebbe aver interessato "la sala macchine, e non la zona nucleare".

Fatto sta che in Belgio questo tipo di incidenti cominciano a ripetersi sempre più spesso. All'inizio di quest'anno infatti anche la centrale nucleare di Doel ha avuto uno spegnimento automatico appena 3 giorni dopo la sua riaccensione.

Per l'Electrabel l'incidente a Tihange però "dimostra che il sistema di sicurezza funziona" mentre altri purtroppo il bicchiere sono costretti a vederlo mezzo vuoto. Perché se è vero che "non c'è due senza tre" il rischio la prossima volta è che qualcosa possa andare storto. Ed infatti la Germania ad aprile ha chiesto al Belgio di spegnere, ma questa volta in maniera definitiva, due reattori nucleari, uno a Tihange e l'altro a Doel, poiché considerati poco sicuri.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: