le notizie che fanno testo, dal 2010

Celiachia: scoperto il glutine "cattivo"

Forse vicino il vaccino per curare le celiachia: sono strati trovati nel glutine tre peptidi che vengono riconosciuti come "tossici" dall'organismo che soffre di celiachia.

Potrebbero volerci solamente 5-10 anni per il vaccino anti-celiachia invece di 15-20, questa è la speranza dei ricercatori inglesi e australiani dell'Università di Oxford e Melbourne che hanno scoperto "tre peptidi" del glutine che l'organismo di chi soffre di celiachia riconosce come "tossici", provocando la reazione immunitaria di difesa. Da questo "glutine cattivo" parte la ricerca per trovare una risposta a questa fastidiosa malattia che impone come unica cura una dieta molto rigorosa. Lo studio pubblicato su "Science Translational Medicine" è importantissimo e atteso da molto tempo. Si avvicina il tempo in cui il celiaco potrà mangiare pane, pasta, pizza e ogni alimento che contiene glutine (praticamente tutti gli alimenti contengono in traccia questa sostanza ed è anche questo il dramma).
Lo studio ha coinvolto duecento malati di celiachia a cui sono stati prelevati dei campioni di sangue dopo il consumo di alimenti contenenti glutine. Dal sangue sono state isolate le cellule di difesa dell'organismo che causavano la risposta contro il glutine e analizzando queste e il loro "comportamento" si è arrivati alla scoperta dei tre peptidi del glutine che principalmente causerebbero la risposta immunitaria dell'organismo celiaco.
A Melbourne il professor Bob Anderson, a capo dell'equipe dei ricercatori e storico pioniere dei "peptidi" del glutine, afferma che "questi tre peptidi tossici sono la causa maggiore della risposta immunitaria al glutine".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: