le notizie che fanno testo, dal 2010

Decreto svuota carceri: ok alla Camera. Contro Lega Nord e M5S. Infografica

La Camera approva il decreto ribattezzato svuota carceri. Soddisfazione da parte del PD con la Ferranti che considera il decreto "un altro passo avanti verso carceri più vivibili e detenzioni più dignitose". Critici Lega Nord e MoVimento 5 Stelle, perché il decreto "produce un vero e proprio indulto" ed "è stato discusso in commissione solo un'ora".

L'aula della Camera ha approvato il decreto legge sulle carceri recante misure urgenti in tema di tutela dei diritti fondamentali dei detenuti e di riduzione controllata della popolazione carceraria, con 296 sì, 183 no e 2 astenuti. Il provvedimento, in scadenza il 21 febbraio, passa ora all'esame del Senato. Per Donatella Ferranti (PD), presidente della commissione Giustizia alla Camera, il decreto è "un altro passo avanti verso carceri più vivibili e detenzioni più dignitose", e aggiunge: "Credo che questo decreto, che si aggiunge agli altri interventi strutturali già approvati o in via di approvazione come la messa alla prova e la riforma del cautelare, sarà una buona carta da giocare in sede europea dopo la sentenza 'Torreggiani' per evitare la procedura di infrazione e l'esborso di vari milioni di euro". La Ferranti però chiarisce: "Non c'è alcun cedimento nei confronti dei delitti gravi e di mafia, nessun indulto mascherato, nessuna liberazione automatica. Si potrà avere uno sconto di pena solo sulla base di una valutazione in concreto da parte del giudice della positiva condotta dei condannati". Per spiegarlo, il PD ha anche pubblicato una infografica sul decreto carceri. Walter Verini, capogruppo del PD in commissione Giustizia alla Camera, afferma invece come la Lega Nord ed il MoVimento 5 Stelle abbiano "fatto terrorismo. - spiegando - per raccattare qualche voto hanno agitato paure, inventandosi cose di cui nel decreto non c'è traccia".

Il MoVimento 5 Stelle afferma infatti che "per perseguire l'obiettivo di 'svuotare le carceri', si produce un vero e proprio indulto che ha già fatto uscire mafiosi, stupratori, assassini, e ne farà uscire molti altri". Intervenendo ieri in Aula, il capogruppo della Lega Nord alla Camera Giancarlo Giorgetti ha invece affermato che "purtroppo questo è un Paese deriso nel mondo perché siamo l'unico Stato in cui si va in galera prima del processo e si esce dopo, e il Parlamento con lo svuotacarceri ribadisce ancora una volta questo concetto", denunciando al pari del M5S: "Questo provvedimento è stato discusso in commissione circa un'ora, e ci è stato impedito di votare gli emendamenti come di fatto è stato impedito anche in Aula. Voi dovete chiedere scusa a tutti i cittadini e in particolare alle Forze dell'ordine, che saranno impegnate a rincorrere i criminali che voi avete messo fuori e che inevitabilmente sono ricaduti negli stessi reati di prima. - aggiungendo - L'imbarazzo che proviamo quando torniamo a casa non è per le risse accadute, ma per le leggi vergogna che approvate e che nessuno capisce".

La deputata del Partito Democratico Donatella Ferranti invita infatti il governo a mettere ora "in campo anche risorse economiche" perché "una politica carceraria seria è impensabile a costo zero", e chiarisce: "Servono investimenti per attuare un deciso piano edilizio secondo moduli e criteri avanzati, servono investimenti per potenziare numericamente e professionalmente l'organico degli agenti, degli educatori, degli psicologi, di tutte quelle figure che operano nei servizi sociali dell'esecuzione penale esterna".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: