le notizie che fanno testo, dal 2010

Daniele Franceschi: conclusa autopsia, per ora nessuna anomalia

Conclusa l'autopsia sul corpo di Franceschi, condotta dal medico legale della famiglia. Il dottor Lorenzo Varetto specifica che riguardo l'autopsia francese "non sono state riscontrate anomalie" e per capire se c'è stato infarto bisogna attendere la restituzione del cuore.

Ieri Cira Antignano, la madre di Daniele Franceschi, il 36enne viareggino morto nel carcere di Grasse lo scorso 25 agosto, è stata ricevuta insieme all'altro figlio e al sindaco di Viereggio Luca Lunardini dal Ministro degli Esteri Franco Frattini. Cira ha chiesto al Ministro di "intervenire per riavere anche il diario di Daniele - come raccontà all'Unità - quello su cui ogni giorno in carcere scriveva". La mamma di Franceschi è infatti convinta "che lì siano contenute notizie importanti sui suoi ultimi giorni" specificando che ha "anche il forte timore che proprio per questo quel diario non lo vedremo mai". Oggi intanto si è conclusa l'autopsia sul corpo di Franceschi, condotta dal medico legale della famiglia. Il dottor Lorenzo Varetto specifica, come si legge su "La Nazione", che "l'autopsia francese è stata condotta secondo tutti i crismi, non sono state riscontrate anomalie". Sembra che Varetto non avrebbe riscontrato nemmeno segni superficiali di percosse sul corpo di Franceschi, anche se bisognerà attendere un esame istologico più approfondito sui tessuti muscolari prelevati per capire la presenza o meno di ecchimosi. Inoltre, bisognerà attendere la restituzione del cuore di Franceschi dalle autorità francesi per capire se l'effettiva causa del decesso è stato un infarto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: