le notizie che fanno testo, dal 2010

Francia cerca Abdelhamid Abaaoud ma evade possibile estremista islamico

Mentre la polizia francese è alla caccia di Abdelhamid Abaaoud, la presunta mente degli attentati a Parigi del 13 novembre, la Francia si lascia sfuggire da sotto il naso un possibile estremista islamico. Eric Youssef, condannato a venti anni nel 2006 per l'omicidio di un negoziante avvenuto due anni prima, è evaso dal carcere di Clairvaux (Aube).

Mentre la polizia francese è alla caccia di Abdelhamid Abaaoud, la presunta mente degli attentati a Parigi del 13 novembre, la Francia si lascia sfuggire da sotto il naso un possibile estremista islamico. Stando alle prime informazioni da circa 3 settimane Eric Youssef, condannato a venti anni nel 2006 per l'omicidio di un negoziante avvenuto due anni prima, è evaso dal carcere di Clairvaux (Aube), non rientrando dopo un permesso. Al prigioniero di 30 anni era stato concesso un permesso per recarsi in una associazione di assistenza al reinserimento. Frédéric Stoll, un sindacalista del penitenziario, ha rivelato Eric Youssef "si era convertito all'Islam ed era un prigioniero piuttosto vendicativo". Il Dipartimento di Giustizia francese, comunque, nega categoricamente che il detenuto era considerato un musulmano radicale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# caccia# carcere# Francia# Islam# omicidio# Parigi