le notizie che fanno testo, dal 2010

Stevie Wonder annulla concerto per i soldati israeliani (IDF)

Stevie Wonder annulla il concerto di Los Angeles per raccogliere fondi in favore delle forze di difesa israeliane (IDF - Israel Defense Forces), precisando di essere "sempre stato contro la guerra, qualsiasi guerra, ovunque".

Qualche giorno fa la notizia che Stevie Wonder, leggenda del soul, si sarebbe esibito per i soldati israeliani e per i donatori al gala annuale "Amici delle forze di difesa israeliane", un evento che avrebbe radunato il 6 dicembre i membri della comunità ebraica di Los Angeles. La notizia ha acceso un ampio dibattito e soprattutto un appello sottoscritto da oltre 3.500 persone, promosso dal movimento BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni), che chiedeva a Stevie Wonder "di non sostenere l'IDF", perché, si legge nell'appello, "l'IDF è un'istituzione che promuove, protegge e consente l'esistenza del regime d'Apartheid Israeliano" e ricordando come Desmond Tutu, arcivescovo anglicano e Premio Nobel per la Pace nel 1984 per la sua lotta contro apartheid, abbia "riconosciuto che l'Apartheid di Israele è peggiore di quella del Sud Africa". Un appello che forse non è rimasto inascoltato, visto che Stevie Wonder comunica che "data la situazione attuale e molto delicata in Medio Oriente, e con un cuore che ha sempre gridato per l'unità del mondo, non si esibirà al Gala FIDF (Friends of the Israel Defense Forces)". Stevie Wonder sottolinea quindi di essere "sempre stato contro la guerra, qualsiasi guerra, ovunque".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: