le notizie che fanno testo, dal 2010

Dolore cronico: cannabis calma i dolori e migliora il sonno

Uno studio scientifico canadese ha monitorato gli effetti della cannabis su pazienti sofferenti per lesioni al sistema nervoso, ad esempio dopo un incidente o dopo un operazione chirurgica. Gli effetti sono stati stupefacenti.

Le sue proprietà sono innumerevoli e conosciute dalla notte dei tempi ma la medicina sembra scoprirla solamente ora, a furia di esperimenti e screening più o meno vasti. La cannabis secondo un recente studio pubblicato dal Canadian Medical Association Journal, intitolato "Smoked cannabis for chronic neuropathic pain", sembra far bene per placare i dolori dei pazienti che soffrono di danni al sistema nervoso. Aiuta anche a dormire e a sentirsi generalmente meglio, oltre a placare il dolore.
Chi infatti a causa di malattie o incidenti soffre di questi dolori cronici legati al sistema nervoso ha trovato giovamento nel fumare cannabis sotto controllo medico (per tre volte al giorno in singola inalazione) per cinque giorni, continuati in vari cicli intervallati con periodi di stop. Lo studio è stato portato avanti su un piccolo numero di pazienti dalla McGill University Health Centre (MUHC) e dalla McGill University. La cannabis utilizzata era prodotta dalla Prairie Plant Systems che produce marijuana per usi medici e aveva un tenore di circa il 10 per cento di THC (il principio attivo, il tetraidrocannabinolo) .

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# cannabis# esperimenti# marijuana# medici