le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: occupano casa per allevare abusivamente cani Pit bull, denunciati

Denunciati per maltrattamento di animali una ragazza di 20 anni e un ragazzo di 26 anni.

"Occupano abusivamente un appartamento disabitato in un elegante palazzo di via Zamboni, tra viale Marconi e via Oderisi da Gubbio, e lo trasformano in un allevamento abusivo di cuccioli di cane razza Pit bull, in condizioni igienico sanitarie malsane" viene esposto in un comunicato dei Carabinieri.
L'Arma continua quindi: "Per questo motivo una studentessa italiana di 20 anni e un ragazzo polacco di 26 anni, con precedenti, sono stati denunciati per maltrattamento di animali ed invasione di edifici da parte dei Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese. Ad allertare i Carabinieri sono stati alcuni condomini, preoccupati per la puzza di carne avariata, piuttosto nauseabondo che si avvertiva nelle scale, proveniente dall'appartamento in questione. Trattandosi di un appartamento disabitato e dal quale non pervenivano segni di vita, in un primo momento si era pensato alla presenza di un cadavere. Quando i Carabinieri hanno aperto la porta, hanno invece trovato 7 cani di razza Pit bull, la mamma con sei cuccioli, ammassati in un ristretto recinto improvvisato, tra i loro stessi escrementi. I due ragazzi li allevavano per poi rivenderli su internet, su un noto sito di annunci. Ma non rispettavano alcuna norma richiesta per un allevamento, e dunque sono stati denunciati. L'appartamento è stato sequestrato."
La Benemerita diffonde infine: "Anche il cane adulto ed i 6 cuccioli che, come accertato dalla Guardia Zoofile di Roma intervenute sul posto, erano tutti sprovvisti di microchip e non vaccinati, sono stati sequestrati ed affidati in custodia giudiziale ad una persona che ha la disponibilità di un giardino."

© riproduzione riservata | online: | update: 11/07/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Roma: occupano casa per allevare abusivamente cani Pit bull, denunciati
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI