le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: il labrador malato non può usare l'ascensore

Un condominio di Roma si riunisce per impedire ad un cane di razza Labrador malato che cammina a fatica di usare l'ascensore, "Codici Ambiente" ha dato vita ad una azione legale per salvare la dignità del cane e della sua padrona.

Storie di ordinaria crudeltà condominiale verso una signora e un povero cane quella di cui si è reso protagonista un condominio di Roma. Una signora di Roma ha avuto il buon cuore di adottare un cane Labrador in un canile municipale, quello di Montefiascone in provincia di Viterbo, e vedendolo in cattive condizioni di salute l'ha fatto visitare da un veterinario. Il medico ha diagnosticato al cane, di nome Rambo, una grave displasia degenerativa alle articolazioni per cui ancora non si conosce una cura. Fatto sta che il cane fa fatica a camminare, figuriamoci a fare le scale e col passare del tempo non potrà più nemmeno camminare. Per tutta risposta a questa triste situazione il condominio dove abita la signora a Roma ha vietato l'uso dell'ascensore a Rambo anche se la signora afferma di aver sempre ripettato le "norme igieniche". Ora la signora grazie allo sportello di "Codici Ambiente" Centro per i Diritti del Cittadino, ha dato vita ad una azione legale per salvare la dignità di Rambo.
Molto probabilmente immaginiamo per assurdo che se al posto della signora ci fosse stato un energumeno ignorante come una zappa con al guinzaglio un (povero) sanissimo cane da combattimento senza museruola forse non ci sarebbero state tante storie, visto che nelle grandi snaturate metropoli si tende a rispettare solamente i prepotenti.

© riproduzione riservata | online: | update: 07/09/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

argomenti correlati:
cane cuore Montefiascone Roma Viterbo
social foto
Roma: il labrador malato non può usare l'ascensore
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI