le notizie che fanno testo, dal 2010

Cane in mare: Martini propone modifica del Codice di Navigazione

Il 30 giugno scorso una cagnolina è purtroppo caduta in mare annegando mentre viaggiava su una nave della Moby. Un'associazione animalista ha inviato una denuncia alla procura e il sottosegretario alla Salute Martini propone "una immediata modifica del Codice di Navigazione".

Il 30 giugno scorso una cagnolina è purtroppo caduta in mare annegando mentre viaggiava su una nave della Moby, tratta Portoferraio-Piombino.
Un'associazione animalista ha inviato una denuncia alla procura perché secondo la coppia il traghetto avrebbe agito con lentezza.
Il sottosegretario alla Salute Francesca Martini propone "una immediata modifica del Codice di Navigazione che recepisca la norma di civiltà già inserita nel Codice della Strada in materia di obbligo di soccorso agli animali". Secondo la Martini i proprietari dei cani attualmente non avrebbero altra soluzione che gettarsi in mare per veder soccorere il proprio animale, ... forzatamente il codice di emergenza "uomo in mare".
La Moby ci tiene però a precisare che appena capito che la cagnolina era in mare hanno attuato l'allarme citato dal sottosegretario, ma che probabilmente, visto che ci vuole comunque un po' di tempo per tutte le procedure, l'animale non è riuscito a resistere. La Mody sottolinea, inoltre, di non sapere se "la proprietaria aveva il cane al guinzaglio, come prescritto dalla normativa di bordo, ma era in braccio alla padrona la quale, imprudentemente, era a sua volta affacciata alla ringhiera facendo sporgere l'animale sul lato destro di poppa, sulla verticale delle eliche della nave". Per questo motivo la compagnia, anche per tutelare gli animali suggerisce i "clienti di non sporgersi mai dal parapetto della nave, men che meno con un cane in braccio e di prestare maggior attenzione alle norme di bordo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# animali# cane# cani# mare# materia# Moby