le notizie che fanno testo, dal 2010

Animali, Forestale: bloccato a Firenze trasporto di 50 cani in condizioni pessime

"Una cinquantina di cani trasportati trasportati in condizioni pessime sono stati sequestrati unitamente al veicolo nei pressi di Firenze. Denunciata inoltre la titolare di una ONLUS con sede in Sicilia già nota alle forze dell'ordine, e conosciuta come 'staffettista' che nel gergo del settore indica appunto chi si occupa di trasportare gli animali", riportano in una nota le Giubbe Verdi.

"Una cinquantina di cani trasportati trasportati in condizioni pessime sono stati sequestrati unitamente al veicolo nei pressi di Firenze. Denunciata inoltre la titolare di una Onlus con sede in Sicilia già nota alle forze dell'ordine - annuncia in un comunicato il Corpo Forestale dello Stato -, e conosciuta come 'staffettista' che nel gergo del settore indica appunto chi si occupa di trasportare gli animali."
"Questa mattina nell'ambito di controlli stradali a Sesto Fiorentino, gli agenti del Comando Provinciale di Firenze del Corpo forestale dello Stato hanno fermato un veicolo che recava la scritta trasporto animali vivi, in uscita da un canile" prosegue il CFS.
"Insospettiti dai movimenti di carico e scarico, i Forestali hanno fermato il veicolo e, all'apertura del portellone posteriore, hanno rinvenuto una trentina di cuccioli di 2-3 mesi e una ventina di esemplari adulti tra Pastori Maremmani, Beagle, Pitbull, Volpini e meticci, stipati in gabbie impilate fino al tetto del veicolo" proseguono le Giubbe Verdi.
"Il carico - viene illustrato in ultimo -, proveniente dalla Sicilia, era diretto a canili di Bologna e Milano. Gli animali erano rinchiusi stretti nelle gabbie ed avevano difficoltà di movimento. Il veterinario della Asl competente per territorio ha effettuato le visite constatando che non potevano procedere fino a Milano nelle condizioni descritte. E' stato contestato il reato di cui all'art. 544 ter C.P. maltrattamento di animali in quanto sottoposti a fatiche e sevizie inutili. I cani saranno affidati in custodia ad un canile-rifugio autorizzato di Bologna. In corso le indagini per valutare la sussistenza di eventuali ulteriori reati."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: