le notizie che fanno testo, dal 2010

Napoli, come uccide camorra: video shock dell'omicidio nel caseificio di Calvizzano

Ecco come uccide la camorra. Diffuso dai carabinieri il video drammatico dove si vede un uomo, arrestato, che insegue la sua vittima che tenta invano di sfuggire alla morte. La vittima, trafficante di droga ed esponente del clan Polverino, viene ucciso da quattro colpi d'arma da fuoco alla testa.

Una vera esecuzione quella immortalata dalle telecamere del caseificio al centro di Calvizzano dove fu commesso l'omicidio di Luigi Felaco, trafficante di droga ed esponente del clan Polverino e legato al clan Nuvoletta. Il GIP del Tribunale di Napoli ha convalidato il provvedimento di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli a carico di Gianluca Troise, ritenuto l'esecutore materiale dell'omicidio avvenuto il 6 dicembre 2012. Troise rimane quindi recluso nel carcere di Napoli Secondigliano, e si è avvalso della facoltà di non rispondere. Ma a parlare sono le drammatiche sequenze di un video shock diffuso dai carabinieri, che immortalano il killer, casco in testa, intento ad inseguire, e poi ad uccidere con quattro colpi di pistola alla testa la sua vittima, che prova inutilmente la fuga, sapendo di stare per morire. Pochi secondi, circa venti, che svelano come la camorra uccide, a sangue freddo, e che hanno permesso agli investigatori di arrestare Gianluca Troise.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: